Un innovativo progetto formativo e sociale dove gli allievi di Fomal potranno mettere in pratica le competenze acquisite durante i corsi di formazione.

Per l’avvio di questo progetto siamo partiti da due principi che da sempre ispirano le nostre azioni: la volontà di fare rete con il territorio, e un modo innovativo di intendere la formazione, in cui gli studenti possano confrontarsi con il mondo del lavoro.

La rete

In accordo con la Caritas parrocchiale, e grazie al sostegno di Emil Banca, almeno una volta al mese famiglie in difficoltà, individuate appunto dai responsabili della Caritas, saranno invitate come ospiti al ristorante, con menu preparato e servito dagli allievi. Non sarà una mensa, ma un vero e proprio ristorante ad invito, che permetterà agli allievi di sperimentare concrete possibilità di servizio e di apertura sociale e agli invitati di non sentirsi assistiti, ma ospiti graditi.

Imparare lavorando

Nell’ambito delle attività formative nel settore della ristorazione, il ristorante formativo offrirà agli allievi la possibilità di “imparare lavorando”, occupandosi direttamente dei diversi processi lavorativi, in cucina e in sala, servendo clienti veri e quindi confrontandosi, pur essendo ancora in formazione e supportati da formatori, con gli standard di mercato. Questo approccio concreto è in linea con l’idea di miglioramento continuo dei percorsi formativi offerti agli allievi, mirando alla loro crescita sul piano personale, delle competenze professionali e della responsabilizzazione sociale.

Inaugurazione ufficiale

I ragazzi sono già a lavoro, supportati da tutor e docenti, ma l’inaugurazione ufficiale, che vedrà presente l’Arcivescovo Mons. Matteo Zuppi, si svolgerà  lunedì 26 novembre alle ore 12,30, in via Fermi 10 a San Giovanni, sede del Ristorante formativo.