Ristorante Formativo Circolo Ufficiali

in una sede prestigiosa, Palazzo Grassi, nel cuore di Bologna

In linea con gli indirizzi del sistema duale di istruzione e formazione, FOMAL investe sullo sviluppo di un’alleanza educativa tra mondo della formazione e quello del lavoro, riconoscendo e promuovendo il valore formativo dell’alternanza scuola-lavoro, come modalità di approfondimento delle conoscenze, per la specializzazione delle competenze, rafforzando il grado di responsabilità e di autonomia nello svolgimento delle diverse attività formative/lavorative.

In questa direzione, FOMAL fa parte della rete degli Enti accreditati per i servizi per il lavoro, qualificandosi ulteriormente nelle attività di orientamento e placement e nello sviluppo dell’apprendistato, valorizzando il sistema di relazioni con le numerose imprese partner con le quali si collabora per promuovere il successo formativo e l’occupazione di giovani e adulti.

Da diversi anni FOMAL sta realizzando due progetti di 4 anno in una sede bella e prestigiosa, nel cuore di Bologna, grazie alla disponibilità del Comando Militare dell’Esercito Emilia Romagna: Palazzo Grassi – Circolo degli Ufficiali. Il Circolo offre un servizio di ristorazione articolato su tre sale per una capienza di 150 coperti, e realizza eventi e banchetti per clienti selezionati.

I progetti di 4° anno “Tecnico di cucina” e “Tecnico di sala bar” sono stati progettati, insieme alle imprese partner, tutti in situazione aziendale, sperimentando la metodologia innovativa dell’”impresa formativa”: gli allievi “imparano lavorando”, partecipando a tutte le fasi del processo lavorativo, dal ricevimento della clientela, alla cucina, al servizio di sala e bar, servendo clienti veri e quindi confrontandosi, pur essendo ancora in formazione e supportati da formatori e tutor, con gli standard di mercato.

Questa esperienza sta creando le basi per una maggiore responsabilizzazione dei ragazzi, sviluppando anche competenze strettamente legate a quanto richiesto dal mondo della ristorazione professionale.

I corsi, che durano 1000 ore, si svolgono tutti in assetto aziendale, per 500 ore in “impresa formativa” e per 500 ore presso le imprese partner, le quali partecipano attivamente allo sviluppo del percorso formativo di ogni allievo, anche attraverso incontri periodici di programmazione e verifica degli apprendimenti.

L’articolazione del progetto sperimenta il “modello tedesco”, caratterizzato dall’alternanza su base settimanale di due giornate presso l’impresa formativa e tre/quattro giornate in azienda, formandosi nei diversi cicli di lavorazione e reparti, corrispondenti a specifiche competenze e obiettivi formativi che l’impresa stessa contribuisce a raggiungere sul campo.

La finalità è anche quella di promuovere una “comunità educante” tra giovani e adulti, quindi tra formatori, famiglie, imprenditori e ragazzi, con incontri periodici, anche virtuali, di formazione e condivisione, per condividere una piattaforma adatta al dialogo tra tutte le parti in campo.

La sede formativa di qualità alta, l’innovazione della modalità formativa in situazione aziendale reale ed il coinvolgimento attivo delle imprese partner nel progetto, permettono quell’importante salto di qualità promosso dalla “via italiana al sistema duale”.

L’incontro e la sinergia tra realtà così diverse (Comando dell’Esercito, CFP, Imprese) realizza potenzialità inedite di rigenerazione e valorizzazione di spazi belli e significativi della città, perseguimento di finalità di inclusione sociale, innovazione formativa e promozione di buona occupazione per i giovani.